26 ott 2017

Cardiofrequenzimetro

Il cardiofrequenzimetro, cosa è ed a cosa serve.

Foto del Cardiofrequenzimetro da polso

Menu:
    1. Cosa è il cardiofrequenzimetro ed a cosa serve
    2. Perchè utilizzare il cardiofrequenzimentro
    3. Tipologie di cardiofrequenzimetro
    4. Cardiofrequenzimetro da polso
    5. Cardiofrequenzimetro a fascia

Cosa è il cardiofrequenzimetro ed a cosa serve.

Il cardiofrequenzimetro o impropriamente detto anche cardiometro è uno strumento elettronico in grado di misurare la frequenza cardiaca (heart rate) attraverso un rilevatore da polso oppure a fascia posizionato sul petto. Il rilevamento del battito cardiaco è in tempo reale (real time), memorizzato nella memoria del rilevatore oppure trasmesso ad altro apparecchio elettronico.

Perchè utilizzare il cardiofrequenzimentro ?

La moderna tecnologia ci consente di monitorare le funzioni vitali del nostro corpo, sia a riposo che durante le attività motorie, ancor di più se attività sono a carattere sportivo. La ricerca ha dimostrato l'importanza di rapportare l'attività fisica alle reali capacità dell'organismo di sostenere lo sforzo durante l'allenamento, per una sana attività fisica. Gli strumenti di controllo dell'attività cardiaca rientrano esattamente in questo ambito fornendo dati preziosi per il controllo e la prevenzione durante il movimento. Risultano quindi importanti la conoscenza in base all'età della frequenza massima del cuore, il consumo calorico, la durata e la consistenza dello sforzo. Inoltre il cardiofrequenzimetro può essere impostato per segnalare le “soglie” massime o minime precedentemente impostate. E' utile ricordare che i cardiofrequenzimetri da polso o a fascia hanno sempre un carattere puramente indicativo, NON sono attendibili come le analisi da sforzo fatte presso centri specializzati con personale medico.

Tipologie di cardiofrequenzimetro

I cardiofrequenzimetri erano ingombranti e molto costosi. Oggi l'elettronica ha fatto miracoli, realizzando apparecchiature elettroniche che in apparenza sembrano semplici orologi da polso, nella realtà sono in grado di monitorare non solo il battito cardiaco ma moltissime altre informazioni quali contapassi, velocità e consumo calorico, cronometro e molto altro ancora come ad esempio l'Activity Tracker della Veroval. Il tutto può essere elaborato attraverso il software in dotazione per il collegamento attraverso USB o Bluetooth con Personal Computer. Principalmente il cardiofrequenzimetro è utilizzato per monitorare le funzioni vitali durante vita normale, oppure nello sport o addirittura per monitorare le fasi del sonno. Due tipologie principali una a fascia da posizionare sul torace e l'altra da polso. Lo stesso può essere settato in base alla tipologia di attività, ciclismo, corsa oppure nuoto.

Cardiofrequenzimetro da polso

Quello da polso, somiglia a prima vista ad un comune orologio a quarzo, poco più grande con uno schermo al quarzo. Anche questo alimentato a batteria è dotato di un software che consente la registrazione di molteplici funzioni oltre al semplice battito cardiaco.

Cardiofrequenzimetro a fascia

Il Cardiofrequenzimentro a fascia, detto così perché viene collocato tramite una fascia elastica all'altezza del cuore, molto in uso soprattutto in ambito sportivo. L'apparecchio elettronico deve essere a contatto con la pelle per registrare i battiti cardiaci. Alimentato a batteria, le stesse hanno una autonomia di circa 2000/3000 ore.


 Indice